5 oggetti sporchissimi che però tocchiamo spesso

Ci sono cinque oggetti molto sporchi che, nonostante ciò, utilizziamo tutti i giorni, anzi vi dirò di più, fanno parte proprio della nostra vita quotidiana. Se dunque è d’obbligo lavarsi le mani dopo aver preso l’autobus, toccato del denaro o usato un bagno pubblico, ci sono altrettanti germi e batteri nascita di uso comune ai quali dobbiamo prestare attenzione. Al primo posto c’è il cellulare: uno studio del 2017, pubblicato sulla rivista Germs, ha trovato più di 17mila batteri depositati sul display, tra i quali lo strafilococco e la salmonella, responsabili di molte infezioni. Per pulirlo basterebbe passarci sopra un panno umido di microfibra ed evitare di portarlo con noi al bagno. Al secondo posto c’è la tastiera del pc: vi si trovano resti di cibo, polvere, cenere di sigarette e tanto altro ancora, che restano incastrati tra i tasti e costituiscono un ottimo ambiente per la proliferazione di germi. Al terzo posto ci sono i giocattoli per animali: qui l’allarme batteri è altissimo anche perché spesso vengono trasportati dallo stesso animale all’esterno. Sarebbe opportuno lavarli almeno una volta a settimana, soprattutto se in casa girano bambini. Per non parlare delle chiavi! Hanno già germi di una toilette pubblica! Le mettiamo ovunque e spesso cadono anche per terra. Ma ammettiamolo: chi si sognerebbe di pulirle? Ultimo posto della classifica, i lacci delle scarpe: essi raccolgono batteri di ogni tipo anche perché molte volte sono sciolti mentre camminiamo. Per pulirli basta lavarli in lavatrice insieme al resto del bucato. L’extratip è metterli in una federa del cuscino per evitare che si disperdano in lavatrice.
Guardo tutto con occhi di scimmia. A pensarci su pensaci tu.

Honky Tonky

Fonte: https://www.elle.com/it/magazine/g25725833/oggetti-sporchi-in-casa/

Lascia una risposta