Carne di maiale: fa male o no?

Tanto, ma proprio tantissimo tempo fa la carne era simbolo di abbondanza, ricchezza e addirittura prestigio sociale.

Poi sono arrivate le tendenze vegan, il salutismo, il moralismo a profusione e … la carne immediatamente si è trasformata in qualcosa di talmente brutto da diventare persino cancerogena.

Cosa è successo in realtà?

Innanzitutto è importante soffermarsi sulla classica distinzione tra carni rosse e carni bianche.

Tutti sanno che il bovino appartiene alla prima categoria, mentre il tacchino alla seconda, più complicato è collocare la carne di suino, che viene definita “rosata”.

Si pensa che si tratti sempre di carne molto grassa, ma ciò dipende sia dal taglio che dal tipo di animale.

La carne di maiale viene consumata fresca oppure impiegata per produrre insaccate e affettati: per il primo scopo vengono macellati i suini “leggeri”, ovvero che non raggiungono i 100 kg di peso, mentre per il secondo quelli “pesanti”, che possono arrivare ai 200 kg.

Fatta questa premessa è chiaro che tutto dipende dalle quantità che consumiamo.

Perché si sa, la moderazione a tavola è tutto!

Vivere è facile, vivere bene è meglio.

La Ludo

Fonte: https://www.ilgiornaledelcibo.it/carne-di-maiale-fa-male/

Lascia una risposta