Facebook e la bufala dei nuovi algoritmi

Ritorna, come di consueto del resto, la bufala secondo cui i nuovi algoritmi di Facebook farebbero visualizzare i post a un massimo di 25 amici.

In realtà si tratta di una delle solite catene, oltre che la più stupida, tanto da non meritare di essere annoverata nemmeno tra le fake news.

Un gioco stupido iniziato già ad inizio 2018, al fine di dare maggior risalto alle notizie considerate più attendibili.

Lo scorso 11 gennaio, Mark Zuckerberg ha annunciato un cambiamento importante in Facebook, pensato per dare un maggior peso alle persone.

Cosa significa? Che invece di concentrarsi sulle Pagine, sulle notizie dalle testate giornalistiche o sui blog, o ancora su quei contenuti divenuti virali, l’algoritmo dà ora la priorità ai migliori contenuti condivisi dai propri amici e familiari.

Nello specifico, sul social network saranno “premiati” quei post più capaci di stimolare interazioni sociali più significative: questo significa che mostrerà più post propensi a creare conversazioni reali tra persone reali.

Gli utenti vedranno dunque meno contenuti dalle aziende e dagli editori (i quali dovranno creare post sponsorizzati a pagamento per ottenere più visibilità), e più post da quegli amici capaci di stimolare le conversazioni.

Il messaggio in oggetto può stimolare le conversazioni e migliorare effettivamente la situazione?

Alla luce dei numerosi commenti che spesso vengono lasciati sotto catene di questo tipo, la sensazione è che un qualche effetto positivo possa anche sortirlo, ma già nel breve periodo non ha di fatto alcuna incidenza.

Un fuoco di paglia, insomma, che non scalderà le bacheche e non riporterà in vita la propria visibilità sulle bacheche altrui e viceversa. Per vedere più post dai propri amici,

Vivo a braccio, curvo a gomito.

Teo

Fonte: https://www.wired.it/internet/social-network/2018/08/20/25-amici-facebook-algoritmo-bufala/

Lascia una risposta