La finestra intelligente che diventa pannello solare

TEO INTERNET E DINTORNI

La trovata di cui vi parlo oggi è tutta italiana e sono davvero orgoglioso di poter condividere questa notizia con voi lettori.

All’Università Bicocca, infatti, stanno “prototipando” delle lastre di plastica in grado, grazie a delle nanoparticelle al loro interno, di imprigionare la luce e trasformare la stessa finestra in un vero e proprio pannello solare.

Tutto il progetto gode della prestigiosa partecipazione del Los Alamos National Laboratory e dell’azienda statunitense UbiQD ed è stato pubblicato sulla rivista Nature Nanotechnology.

Nello specifico queste nanoparticelle si chiamano cromofori: sono in grado di catturare la luce del sole e diffonderla all’interno della stessa lastra in plexiglass.

La luce viene canalizzata verso i bordi sfruttando il fenomeno cosiddetto della riflessione interna.

In questo modo viene trasformata in energia elettrica da piccole celle solari.

Un tipo di tecnologia del genere sarebbe una vera svolta per il futuro dal momento che migliorerebbe di gran lunga l’efficienza energetica legata ai moduli classici, ossia quelli in silicio.

Altro aspetto di non meno importanza è che i pannelli sviluppati dal team Bicocca-Los Alamos vantano piena sostenibilità ambientale.

Le nanoparticelle infatti sono ottenute con leghe di più elementi e utilizzando concentratori assolutamente privi di tossicità.

Questa tecnica, a detta dei ricercatori, nel breve/medio termine potrà essere usata sia nell’architettura green sia nella building sustainability.

Staremo a vedere!

Vivo a braccio, curvo a gomito.

Teo

Fonte: http://thenexttech.startupitalia.eu/4529-20151113-finestra-pannello-solare-nanoparticelle-bicocca

Lascia una risposta