Gli infiniti usi delle scorzette di arancia

Durante tutto l’inverno, quando le arance abbondavano, mia nonna faceva di tutto con le scorzette, dal torrone alla conservazione golosa che io prediligevo.

Lavava, asciugava e poi tagliava a fettine sottilissime le buccette, (diremmo adesso quasi a fiammifero), e poi le conservava in un barattolo di miele a chiusura ermetica: era una sorta di frutta candita che utilizzava spesso per condire i dolci o le bevande calde.

Creiamo in abbondanza con quello che avanza.

Nonna ‘Nzina

Lascia una risposta