Il falso mito dell’arancia per il raffreddore

LA LUDO IL PIACERE DEL CIBO

Se siete tra quelli che hanno iniziato a fare scorta di arance, mandarini, clementini e agrumi di ogni genere per combattere i mali di stagione, dovete sapere una cosa: si tratta (ahinoi) di un falso mito!

E’ vero sicuramente che questi cibi contengono vitamina C ma non sono tra quelli che ne contengono di più: ce ne sono tantissimi altri che ne hanno un quantitativo maggiore.

Siete curiosi di sapere di quali si tratta?

Per l’INRAN, l’istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione al primo posto in classifica c’è l’uva, con i suoi 320 mg di vitamina per ogni 100 grammi.

Al secondo posto un frutto esotico molto saporito che ha la forma molto simile a quella di una pera: si tratta del guaiave, ottimo sia da solo che accompagnato da un’insalata. E’ perfetto non solo per rafforzare il sistema immunitario ma anche per combattere le infezioni della gola.

A seguire il peperoncino la cui concentrazione di vitamina però varia a seconda della tipologia: la cosiddetta capsaicina stimola inoltre la produzione di muco protettivo che sarà un valido aiuto per combattere raffreddori, sinusiti, e bronchiti.

Tra i cibi ideali per combattere i cosiddetti “acciacchi invernali” da annoverare sono il ribes nero definito addirittura un cortisone naturale, e il peperone, la cui quantità di vitamina C dipende dal colore.

Mi sa che è il caso di pensare diversamente alle nostre scorte anti-influenza!

Vivere è facile, vivere bene è meglio.

La Ludo

Fonte: http://www.ilgiornaledelcibo.it/i-migliori-cibi-contro-il-raffreddore/

Lascia una risposta