Instagram e la storia dei matrimoni saltati

Quando la tecnologia non è d’aiuto …

A quanto emerge da uno studio condotto dall’Istat gli infedeli italiani rimangono intrappolati nella Rete: ebbene sì, messaggini, chat, app, ecc sono ormai cause di divorzio.

Secondo Lorenzo Puglisi, fondatore dell’associazione Familylegal, chat e social, soprattutto negli ultimi cinque anni, hanno dato un enorme impulso ai tradimenti.

Probabilmente la causa è da ricercare nel fatto che dietro i social è più facile nascondersi dietro identità false o comunque non direttamente esposte: almeno fino a un eventuale incontro di persona!

In effetti il dating online ha oramai superato il vecchio approccio vis à vis per lasciare spazio al flirting tramite smartphone.

E se gli infedeli sono convinti che la rete li aiuti nei loro giochi di astuzia, perché tutto rimane racchiuso nel telefonino, non è proprio così: spesso vengono scoperti dai partner con conseguenze ovviamente tragiche.

In più ci si è messa pure la Cassazione che, con a sentenza 21576/2018, ha ribadito la gravità dell’adulterio nel matrimonio, tale da far scattare l’addebito, a meno che il marito che va via da casa per una relazione extraconiugale non dimostri che il rapporto era già in crisi.

Attenzione allora!

Vivo a braccio, curvo a gomito.

Teo

Fonte: https://www.leggo.it/tecnologia/news/instagram_tradimento_matrimonio-3962973.html

Lascia una risposta