Maker Faire: industria e intelligenza artificiale

Si è svolta in questi giorni a Roma (in pratica finisce oggi) la Maker Faire, la fiera dell’artigianato digitale con workshop e laboratori per ragazzi e insegnanti.

L’obiettivo è promuovere la robotica e le nuove tecnologie nelle classi.

Si è discusso soprattutto di industria 4.0 e di intelligenza artificiale, con molti excursus sugli smartphone e sui social network.

Il programma didattico, in collaborazione con la Scuola di Robotica, ente di formazione riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) e CampuStore, uno dei partner della Maker Faire, ha proposto nel corso dei tre giorni della manifestazione romana una serie di incontri, tutti gratuiti, in cui questa volta sono stati gli insegnanti a sedere tra i banchi di scuola.

La grande novità della fiera è senza ombra di dubbio Cubetto, il primo robot educatore: realizzato completamente in legno può essere usato a partire dai tre anni di età, senza il supporto di tablet o di smartphone.

La sua programmazione avviene infatti attraverso alcuni tasselli colorati che gli consentono di muoversi nello spazio.

Giocando con Cubetto i bambini potranno imparare le basi del pensiero computazionale prima ancora di saper leggere e scrivere.

Vivo a braccio, curvo a gomito.

Teo

Fonte: http://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/hitech/2018/09/29/con-maker-faire-insegnanti-a-scuola-di-tecnologia-e-robotica_295a6e88-eac1-4074-845c-e030e08b34e4.html

Lascia una risposta