Prevedere, o predire, il futuro

prevedere

Cartomanti, indovini, sacerdoti, maghi. Dai tempi dei tempi questi personaggi sono noti per la loro capacità nel prevedere il futuro leggendo le mani, le carte o i fondi del caffè. E poi esistono tutti quegli individui, come gli sciamani o i veggenti, che si lasciano possedere dalle divinità, o da zie defunte, per farti sapere se domani sarai ancora vivo o se ti cadrà una tegola in testa entrando in casa. Prima di dare un’occhiata all’oroscopo o di guardare dentro la palla di un mago, bisognerebbe fare una distinzione tra le parole “predire” e “prevedere”. “Predire” significa annunciare eventi futuri e il fare profezie (Wanna Marchi) mentre “prevedere” vuole dire fare ipotesi e supposizioni, a partire dai dati disponibili, su quanto potrebbe accadere in futuro (Paolo Fox).
E voi vi siete mai fatti predire il futuro?

Autore: Stefania Miglio

Foto: Thinkstockphotos

Fonte: http://nuovoeutile.it/prevedere-il-futuro/

Lascia una risposta