Un bunker realizzato con 42 scuolabus

In un tranquillo villaggio del Canada, chiamato Horning’s Mills, nei pressi di Toronto, si trova una fattoria che, in superficie, sembra una normale proprietà rurale ma in realtà si tratta del rifugio antiatomico più grande d’America.

Il rifugio nucleare di Bruce Beach misura ben 10.000 metri quadrati, ed è composto principalmente da 42 vecchi scuolabus racchiusi nel cemento e sepolti sotto i 4 metri di terra.

Si chiama Ark Two, cioè Arca Due, intesa come seconda arca di Noè ed è stato progettato per ospitare 500 persone per diversi mesi ed è dotato di tutto ciò di cui si potrebbe aver bisogno per sopravvivere: enormi scorte di cibo, pozzo privato, impianti idraulici, generatori di carburante (ridondanti), poltrona del dentista e persino .

Bruce Beach, 83 anni, ha iniziato il progetto nel 1980 durante l’apice della Guerra Fredda, e la costruzione è stata completata nel 1982: nato in Kansas, Beach negli anni ’60 viveva a Chicago e lavorava come ingegnere elettrico, ma quando la paura di una guerra atomica stava raggiungendo l’apice, ha deciso di trasferirsi nel Canada rurale nel 1970, considerandolo più sicuro di qualsiasi area urbana nel caso di guerra nucleare. Si è così stabilito a Horning’s Mills, e fu lì che ha incontrato sua moglie, Jean, oggi novantenne. La famiglia della donna possedeva il terreno dove Beach avrebbe costruito la sua Arca.

Nonostante il bunker sia pronto da oltre 30 anni, la guerra nucleare non è fortunatamente ancora scoppiata.

Ma come si dice, prevenire è meglio che curare!

Guardo tutto con occhi di scimmia. A pensarci su pensaci tu.

Honky Tonky

Fonte: http://www.incredibilia.it/bunker-scuolabus-america/

Lascia una risposta